Forex: segnali operativi (29/4/2013) – ore 7.02

Resta alta l’incertezza sui mercati finanziari, non particolarmente scossi dal dato del pil americano inferiore alle attese (ma comunque in crescita) e in attesa della decisione della Bce sui tassi di interesse nell’area euro, che questa volta dovrebbero essere tagliati di 25 basis point. Il saggio di riferimento dovrebbe così scendere allo 0,5% dallo 0,75%, aggiornando i minimi storici. Come reagirà l’euro? Solitamente notizie di questo tipo sono molto negative per la valuta dell’area monetaria interessata al taglio, ma siamo proprio sicuri che sarà così?

 

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

Forex: segnali operativi (7/3/2013) – ore 7.20

Nella giornata di ieri l’indice Dow Jones ha registrato un nuovo massimo storico, favorito dal dato Adp sull’occupazione nel settore privato americano superiore alle attese. Sul forex, dopo una sessione europea molto guardinga, è cominciata a venire fuori nuovamente il dollaro americano, che ha toccato nuovi massimi di periodo su euro e sterlina. In serata, poi, dal Beige Book della Fed è emerso che la crescita negli Stati Uniti resta debole e ciò ha fatto scattare le prese di beneficio sul biglietto verde (ma solo a partire dalla sessione asiatica). Oggi, però, è la giornata della Bce, che si deciderà i tassi nell’area euro (ore 13,45).

 

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

Forex: segnali operativi (8/2/2013) – ore 6.58

Ieri Bce e Boe hanno lasciato i tassi fermi rispettivamente allo 0,75% e allo 0,5%, come da attese, mentre l’attesa conferenza stampa di Mario Draghi ha generato velocemente un crollo dell’euro sui mercati valutari. Male le borse europee (tiene solo Francoforte), con Milano maglia nera seguita da Madrid che inizia a pagare le accuse di corruzione al premier Rajoy (ieri tassi Bonos in deciso aumento in asta). In rosso Wall Street e stamatttina anche Tokyo. Intanto, alle 6.30 è iniziata la seconda giornata del Consiglio UE, ma l’accordo sul bilancio comunitario 2014-2020 sembra davvero lontanissimo. Secondo il tedesco Schultz, l’Europa rischia il fiscal cliff.

 

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

 

 

Forex: segnali operativi (11/01/2013) – ore 07.10

La Bce ha mantenuto i tassi fermi allo 0,75%, come da attese. Le indicazioni più importanti sono arrivate come al solito dalla conferenza stampa di Mario Draghi, che ha dichiarato di non avere in programma alcuna exit strategy e che la decisione di tenere i tassi invariati è stata presa all’unanimità. Il numero uno dell’Eurotower ha affermato che la ripresa economica potrebbe avvenire entro fine anno, mentre in un report di Standard & Poor’s si legge che il 2013 potrebbe essere l’anno della fine della crisi dei debiti sovrani europei. Il sentiment è positivo e gli investitori gongolano.

 

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

 

Forex: market analysis (10/01/2013) – ore 11.15

In attesa della riunione della Bce, che si esprimerà sul nuovo livello dei tassi di interesse nella zona euro, le borse europee hanno aperto in modo contrastato dopo i bei rialzi di ieri. Piazza Affari quota intorno alla parità, dopo che ieri l’indice azionario italiano era salito sui top da agosto 2011. Lo spread Btp-Bund quota a 278 punti, in attesa dell’asta dei Bot annuali. Sul mercato delle valute si nota la prudenza degli investitori prima della riunione dell’Eurotower e della conferenza stampa di Mario Draghi.

 

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI