Forex: market analysis (29/03/2014) – ore 16.14

L’ultima ottava sul forex ha visto l’euro tirare un pò i remi in barca, prima del meeting di giovedì della BCE, ma soprattutto ha messo nuovamente sul trono del valutario le due valute high yield più importanti, ovvero il dollaro neozelandese e il dollaro australiano, che sembrano parlare una lingua diversa rispetto alle altre economie più avanzate, grazie a una crescita economica robusta e alle aspettative di forti rialzi dei tassi nei prossimi mesi. Tra le materie prime sembra essere entrato in bear market l’oro, che fino a metà marzo era uno schiaccia-sassi tra crisi per la Crimea e timori di un forte rallentamento dell’economia Usa. Per la prossima settimana ci sono diversi temi da approfondire. Coinvolte molte valute. Vediamo quali potrebbero essere le migliori opportunità di swing trading.


Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

Forex: market analysis (22/03/2014) – ore 17.08

L’ultima ottava è stata segnata dalla riunione della FED, che ha proseguito con il tapering a un ritmo di 10 miliardi di dollari al mese e utilizzato un tono più restrittivo facendo intendere che aumenterà i tassi prima del previsto. Wall Street ha chiuso in lieve calo, con l’S&P500 che ha aggiornato i record storici per poi chiudere in ribasso. In lieve rialzo i tassi sull’obbligazionario, mentre sul forex è stata una settimana favorevole al dollaro americano. Sul fronte delle materie prime, riscontriamo un forte ripiegamento dell’oro. Andiamo a vedere se ci sono potenziali opportunità di trading per la prossima ottava.


Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI