Forex: segnali operativi (27/02/2014) – ore 18.48

Il discorso molto “dovish” di Janet Yellen, nuovo chairman della FED, che ha parlato davanti alla Commissione bancaria del Senato USA, è stato decisivo per un cambio di rotta sul mercato forex, dopo che ieri il dollaro americano aveva evidenziato buoni spunti rialzisti. Questo pomeriggio i trader di breve termine hanno capovolto le loro posizioni long sul biglietto verde tramutandole in short, dopo che la Yellen ha sottolineato come la politica monetaria negli Stati Uniti resterà ancora accomodante e che il proseguimento del tapering avverrà solo se ci sarà un sensibile miglioramento del mercato del lavoro USA. La situazione, dunque, è cambiata rispetto a ieri e stamattina. Vediamo quali sono le novità principali e i nuovi spunti operativi.

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

Forex: segnali operativi (26/02/2014) – ore 18.24

Come da attese il cambio euro/dollaro ha effettuato il breakout esplosivo. La rottura è stata ribassista e i prezzi attualmente si trovano sotto 1,37. Il crollo del cambio, che in mattinata era sopra 1,3750, è avvenuto dopo la pubblicazione del sorprendente dato sulla vendita di nuove case negli Stati Uniti, ai massimi da luglio 2008. Andiamo a vedere la situazione corrente sul cambio e quali sono le nuove prospettive.

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

Forex: market analysis (22/02/2014) – ore 15.40

Week-end all’insegna del G-20, in programma a Sidney, in Australia. Ministri economici e banchieri centrali tengono il primo meeting dopo l’inizio del tapering negli Stati Uniti. I mercati emergenti, che stanno attraversando una fase difficile, chiedono più coordinamento, ricordando l’importanza del sostegno offerto ai Grandi del pianeta durante la recessione. Il forex sta a guardare e probabilmente domenica notte reagirà con qualche gap. Si riparte con il solito euro tonico, un dollaro tutto sommato debole e con qualche sorpresa: la forza della sterlina sta perdendo vigore, mentre oro e argento potrebbero ancora stupire in barba ai giudizi negativi di banche di investimento e broker.

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI