Segnali di Forex torna a Settembre

Il Servizio Segnali di Forex si ferma per la pausa estiva e torna a Settembre.

Tutti gli abbonamenti attivi durante questo periodo saranno rimborsati in proporzione al periodo non fruito.

La pausa estiva è un momento fondamentale per raccogliere le idee e rilassare la mente in un periodo in cui i mercati generalmente sono meno mossi e può essere anche una buona occasione per un ripasso della teoria passando i test della Scuola di Trading.

Buone vacanze e arrivederci a Settembre!

Forex: segnali operativi (18/7/2013) – ore 17.10

Giornata con pochi spunti sul forex, mentre proseguono in forte rialzo le borse favorite dalle trimestrali Usa migliori delle attese. Il dato sui sussidi è risultato migliore del previsto, ma il dollaro continua a evidenziare alti e bassi di difficile comprensione soprattutto dopo l’audizione di Bernanke di ieri davanti alla Camera Usa. La politica monetaria americana resterà accomodante per cui, se la BCE vuole un euro più debole, Draghi dovrà annunciare qualche misura o tagliare i tassi, altrimenti il cross euro-dollaro rischia di restare forte e ampiamente sopra 1,30. In attesa delle elezioni di domenica della Camera Alta del Parlamento giapponese, lo yen inizia a svalutarsi con più decisione.

 

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

 

Forex: segnali operativi (17/7/2013) – ore 18.00

Mercati finanziari in balìa delle dichiarazioni dei governatori delle banche centrali, che continuano a confondere le idee e a cambiarle di settimana in settimana. In audizione alla Camera Usa, Ben Bernanke ha utilizzato un tono da colomba (“dovish”) e ha sottolineato che la politica accomodante negli Stati Uniti proseguirà anche in futuro, considerando che la disoccupazione resta elevata e la crescita modesta. Secondo il numero uno della FED, al momento mancano i presupposti per ridurre il piano di stimoli monetari. Borse tutte positive, mentre sul forex la volatilità è aumentata a vista d’occhio in attesa della lettura del Beige Book di questa sera.

 

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

Forex: segnali operativi (16/7/2013) – ore 19.05

L’oro resta inserito all’interno di un trading range, che potrebbe risolversi in caso di breakout esplosivo di 1.300 dollari. Sono long da 1.286 dollari, con stop loss in pareggio. Per ora c’è un micro-supporto a 1.286,8 dollari che ha tenuto molto bene, ma c’è da dire che la zona di resistenza di 1.295 dollari non ha concesso ai bulls ulteriori opportunità di approfondire il rialzo. Il trade intraday può essere trasformato in multiday. Non inserisco ancora un target, in quanto se si va sopra 1.300 con decisione vorrei aggiornare il trade con la tecnica del trailing stop. Se i prezzi tornano indietro, abbiamo lo stop in pari.

oro