Segnali Forex 31 ottobre 2012, ore 07.38

Ieri giornata molto positiva per l’euro, che ha beneficiato del dato migliore delle attese sul pil spagnolo e di un clima di maggiore fiducia rispetto agli ultimi giorni. Molto bene anche la sterlina, mentre hanno sofferto le cosiddette “valute rifugio” come dollaro americano e yen. In particolare, la divisa nipponica è stata al centro di movimenti altalenanti dopo la mossa della Bank of Japan di aumentare il piano di stimolo monetario di 11 trilioni di yen. Lo scopo è quello di far deprezzare la moneta giapponese e ieri, dopo un iniziale boom dello yen, c’è stato un movimento molto negativo della valuta giapponese che ora potrebbe perdere ancora terreno da qui a qualche giorno. Occhio anche al dollaro australiano e neozelandese, che sembrano pronte per un breakout sul dollaro americano.

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

 

Segnali CFD 31 ottobre 2012, ore 07.19

Eccoci qui a occuparci come sempre di mercati finanziari. Ultimo giorno del mese, a poche ore dalla notte di Hallowe’en. Wall Street riaprirà i battenti dopo che New York, ma più in generale l’intera East Coast degli Stati Uniti, ha sperimentato devastazioni e morte per il passaggio dell’uragano Sandy. In Europa ieri il sentiment è stato molto positivo, grazie anche al dato migliore delle attese del pil spagnolo. Gli indici azionari continentali ne hanno approfittato per recuperare posizioni, mentre sulle commodity – molto più legate ai movimenti dei futures americani – hanno vissuto una giornata interlocutoria con scarsa direzionalità.

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI

 

Segnali Forex 30 ottobre 2012, ore 07.32

Il mercato delle valute ha sperimentato ieri una giornata molto tranquilla. La motivazione risiede nella chiusura forzata di Wall Street, scossa come tutta l’America dal passaggio dell’uragano Sandy. E’ un avvenimento straordinario, che non accadeva dal 1888. Sul Forex gli operatori hanno vissuto una giornata d’attesa, ma solo fino a questa mattina. Infattti, sulla riunione del comitato direttivo di politica monetaria della Bank of Japan è avvenuto un sussulto e il mercato ha preso direzionalità. Forti acquisti sullo yen e sul dollaro americano, giù l’euro. Oggi sono in programma diversi market movers: stamattina ci sarà la conferenza stampa di Draghi (ore 9), l’indice di fiducia dei consumatori in Europa e la disoccupazione in Germania. Nel pomeriggio indice C/Shiller dei prezzi delle case negli USA e fiducia dei consumatori.

Il resto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
Fai il oppure REGISTRATI